Maratona di Torino - 17.11.2013

Oggi dopo il PB di Lucca Marathon vorrei riportare in casa il mio personale in maratona, ora vediamo. Gli avvenimenti che mi gratificano incominciamo alla consegna borse, quando dei pugliesi mi riconoscono comunicando che hanno letto e visto di me ai giornali e ho notato che molti ripetono la stessa sensazione. Ecco la partenza, io in prima fila già a piedi nudi, poi a ringraziare i miei genitori lo faccio con lo striscione che li citano in vista. Si parte e decido di non allungare il passo per risparmiare energie ma sempre attenendomi ad una velocità che mi permetta di poter fare il personale. Al primo ristoro la mia amica Luisa mi fa la sorpresa più bella personalizzandomi la borraccia dell'acqua, infatti, ha disegnato i piedi nudi e poi la fatta tricolore come la mia divisa. Noto che durante il percorso come in nessun altra maratona oggi tantissima gente mi ammira e apprezza e sono lì proprio per me, per incitarmi, applaudirmi, incoraggiarmi e fotografarmi oltre ai famigliari che in tutto il percorso sono presenti come la zia Anna e famiglia a Vinovo e alla fine mia sorella con famiglia. Importante è anche l’aiuto morale di Enzo Graglia un grande amico che spesso ci alleniamo insieme pronto ad aiutarmi moralmente in parecchi punti del percorso. Bello è stato il momento di quando al ristoro ho incontrato in mio perfetto e bravo presidente della società che appartengo (podistica Vinovo). Un percorso mozzafiato, non so come sia possibile che la Turinmarathon anno dopo anno migliori ogni tipo di aspetto, infatti, questa volta riesce nel percorso veloce, poi molto più pubblico presente ad aiutare moralmente noi atleti e un percorso più veloce che vale il mio personal best (PB). Ci anche atleti che provengono dalla Sicilia e Puglia che ho avuto modo di conoscere. Concludo l’ultimo km con tantissima gente del pubblico, ma veramente tanta che ad ogni mia urla e alzata di braccia risponde a dismisura con applausi, apprezzamenti e incitamenti per il mio modo estremo di correre a piedi nudi e lo fa come se fossimo allo stadio a guardare un goal segnato dalla squadra del cuore (provate ad immaginate). Concludo questa maratona con un altro tempo che finisce in 3h 10m 10s tenendo una media al km dei 4:29.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione